Dolore al collo – Dolori cervicali

U kategoriji: Malattie e patologie 1 komentara

Considerando l’alloggio degli organi, oltre alla funzione della deglutizione, la respirazione e il linguaggio, il collo porta la testa e  la connette con il tronco e permette la sua corsa. Attraverso un’apertura della colonna cervicale passa la parte cervicale del midollo spinale con i nervi corrispondenti. Attraverso il collo passa anche la parte inferiore della faringe, che continua nella laringe esofago, e qui si trovano i coro-nervosi fasci, linfatici ed i linfonodi. Nella zona del collo ci sono alcune ghiandole con secrezione interna (ghiandole paratroide e ghiandola tioride).Anche dovremmo menzionare il funzionedelcollo nell’espressionedelcarattere e di stato dell’animo.

Dolori alla zona di colonna cervicale possono essere diffusi in una o entrambe le spalle, le scapole o parete anteriore del torace e sono accompagnati da rigidità del collo e del movimento limitata della colonna cervicale. Questa condizione si chiama la sindrome dolorosa della colonna vertebrale (sindrome cervicale).

Se i dolori dal collo si difondono anche a un lato della testa, si possono applicare i disturbi visivi, rumore o tinnito, disturbi dell’equilibrio, vertigini, nausea e vomito. In questo caso si tratta di gruppo dei sintomi chiamati sindromi cervicocefali (sindrome cervicocephale). I dolori si possono diffondere in una o entrambe le mani, fino ai diti, si possono verificare formicolli ai diti e lungo la mano, la diminuita o l’aumentata di sensibilità della pelle e perdita di forza nella mano. Quindi parliamo di sindrome cervicobrachiale. Tutte e tre le sindromi possono verificarsi in persone giovani, donne di età superiore ai 30 anni e gli uomini di età superiore ai 40 anni.

La diagnosi di sindrome dolorosa della colonna cervicale si diagnostica solo dopo un anamnesi bene fatta, l’esame clinico e trattamento radiologico della colonna cervicale (AP-anteroposteriori, LL- laterolaterali, raggi semi obliquamenti e funzionali), e raremente si richiede una TC (tomografia computerizzata), RMN (risonanza magnetica nucleare) e EMNG (electromyoneurography) delle stremità superiori, e test di laboratorio.

Le informazioni importanti siano divulgate dal paziente: dove, quando e come il dolore ha iniziato, le orbite d’espansione, se ci fosse motivo per il loro fenomeno (una scossa improvvisa, trauma), se i dolori iniziassero improvvisamente o gradualmente, quali fattori aumentano o diminuiscono l’intensità dei dolori, qual è la qualità dei dolori (acuti o taglienti – vistosamenti), se prima si fossero verificati gli stessi problemi, se ci sono alterazioni della sensibilità (formicolii), se si soffre d’altre malattie, il modo in cui svolge il proprio lavoro (seduto, in piedi, altri carichi supplementari).

Consulta un medico se il dolore o sintomi durano più di 10 giorni. Cura medica d’emergenza è indicata se si verifica uno di questi:

  • Febbre alta
  • Ipersensibilità alla luce
  • Irritazione al collo
  • gravi difficoltà nello spostamento del collo
  • intorpidimento, formicolio, bruciore

Tipi di interventi effettuati dalla malattia degenerativa del disco:

Napisao Spine Surgery Croatia   @   5 September 2010 1 komentara

Podijelite ovaj clanak

RSS Digg Twitter StumbleUpon Delicious Technorati

1 komentara

Comments
Trackbacks to this post.
Ostavite komentar

You must be logged in to post a comment.

Prethodni clanak
«
Slijedeci clanak
»